Per appuntamento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine

"Le madri non sbagliano mai" se...

Gustav Klimt

Le madri non sbagliano mai" è il titolo di un famoso libro scritto anni fa da un altrettanto famoso esponente della psichiatria italiana, Giovanni Bollea, una persona d’eccezione che ho incontrato diverse volte in tempi ormai lontani, all’Istituto di Neuropsichiatria Infantile di via dei Sabelli a Roma.

Quando il libro fu pubblicato, nel 1995, fece un certo scalpore, anche perché si rivolgeva a un pubblico vasto, in modo diretto, pragmatico e chiaro, su un tema che è sempre stato molto sensibile – e lo è ancora oggi -.
Le madri non sbagliano mai? Credo che si dovrebbe aggiungere “se sono sufficientemente sane”!
Per capire meglio, è necessario tornare agli anni in cui Bollea scrisse questo libro, anni in cui era ancora vivo l’eco di una terribile distorsione del pensiero psicoanalitico in base alla quale si tendeva ad addossare alle madri la responsabilità di ogni problema psichico o sociale dei loro figli. 
Le madri non sbagliano mai di BolleaLe madri erano “colpevolizzate” e, in tal senso, indebolite nella loro funzione materna.
Ma - come è fin troppo noto leggendo la cronaca dei quotidiani - sappiamo anche che una madre può arrivare a uccidere il suo bambino. Allora entra in gioco il fattore della sanità mentale. Non solo: la madre ha bisogno di essere sostenuta e supportata dall’ambiente, dal partner, dalla rete degli affetti primari, e dal contesto sociale diretto. 
Una mamma sola, isolata, affettivamente deprivata nella relazione con il partner, criticata dalla sua stessa madre, dalla suocera e altri, bloccata dal contesto culturale nel chiedere aiuto, è una mamma a rischio. A rischio personale e del proprio figlio.
Una madre che si trovasse in simili condizioni ha tutto il diritto di chiedere aiuto
Un consiglio, un sostegno psicologico, uno spazio per potersi confrontare, possono cambiare la vita e, forse, salvare delle vite!

Il libro è pubblicato da Feltrinelli, oggi in una nuova edizione del 2015.

 

*****

Prof. Andrea Castiello d’Antonio

Psicologo e psicoterapeuta

Viale Pinturicchio 58 (zona Roma Nord)

Tel /SMS/ Whatsapp 3387617955