Per appuntamento

Risorse umane – HR

La Psicologia del Lavoro occupa un vasto campo di ricerca e di intervento professionale.

Essa comprende lo studio delle competenze – vedi i Sistemi e i Modelli di Competenze – l’intervento di analisi e sviluppo delle carriere (Career Development), fino alle attività che sono realizzate per sviluppare la motivazione al lavoro, l’identificazione con l’organizzazione e il benessere nei luoghi di lavoro.

In senso ampio con Psicologia del Lavoro si può intendere ogni applicazione contemporanea della psicologia alle attività di lavoro nei vari contesti organizzativi e per opera di tipologie diverse di persone (operai, impiegati, quadri, funzionari, dirigenti).

In questo campo il focus è sulle variabili soggettive – l’identità personale e professionale della persona che lavora – piuttosto che sulle variabili ambientali (vedi Psicologia delle Organizzazioni) o gestionali (vedi Psicologia delle Risorse Umane). Dal punto di vista del professionista psicologo questi 3 campi di intervento costituiscono, in realtà, un’unica, grande area scientifico-professionale.

 


Psicologia delle organizzazioni

La Psicologia delle Organizzazioni vede nell’interazione complessa tra individui, gruppi e ambiente di lavoro il suo centro di interesse. Gli argomenti affrontati in questo campo vanno dalla comunicazione interpersonale alla dinamica dei gruppi, passando attraverso il clima socio-organizzativo e le molte tipologie di leadership e di management. Temi più sofisticati sono rappresentati dallo studio delle culture organizzative, dalla diversità – Diversity Inclusion & Management – dal cambiamento e dalla gestione dei conflitti organizzativi.

In questo campo il focus è sulle variabili ambientali –  piuttosto che sulle variabili soggettive (vedi Psicologia del Lavoro) e gestionali (vedi Psicologia delle Risorse Umane). Dal punto di vista del professionista psicologo questi 3 campi di intervento costituiscono, in realtà, un’unica, grande area scientifico-professionale.


Psicologia delle risorse umane

La Psicologia delle Risorse Umane tratta gli aspetti operativi della gestione delle persone, dalla selezione alla valutazione delle prestazioni, fino all’Outplacement. Molto spazio è assegnato alla gestione delle carriere e allo sviluppo delle competenze per mezzo del Counseling e del Coaching, ma anche di ogni forma di addestramento e formazione, orientamento e sviluppo del potenziale.

Lo sviluppo delle competenze e delle carriere si integra con i temi del commitment organizzativo e dei piani retributivi.

In questo campo il focus è sulle variabili gestionali –  piuttosto che sulle variabili soggettive (vedi Psicologia del Lavoro) e ambientali. Dal punto di vista del professionista psicologo questi 3 campi di intervento costituiscono, in realtà, un’unica, grande area scientifico-professionale.


Psicologia industriale

Con questo termine si intende, in senso generale, l’insieme delle conoscenze psicologiche applicate al mondo industriale, in particolare alle tradizionali situazioni delle fabbriche e del personale operaio e tecnico.

Collegata all’Organizzazione del Lavoro, alla Ergonomia, allo Scientific Management, e allo studio delle mansioni, dei compiti e delle posizioni di lavoro, sia il concetto e il termine di Psicologia Industriale, sia quello di Psicotecnica, sono oggi poco o per nulla utilizzati.

Lo sviluppo della Psicologia Industriale nei paesi anglosassoni è oggi rappresentato dalla OP - Occupational Psychology, e dalla I/O Psychology – Industrial & Organizational Psychology.


Psicotecnica

Una delle fasi di sviluppo dell’odierna Psicologia delle Organizzazioni, Risorse Umane e del Lavoro è stata la Psicotecnica, caratterizzata dall’utilizzo dei test e delle tecniche statistiche ed attuariali nell’elaborazione dei protocolli di valutazione.

Soprattutto negli anni di metà Novecento la psicologia applicata al lavoro è stata caratterizzata dalla psicometria, cioè dall’utilizzo di test oggettivi nella valutazione di alcune caratteristiche personali e professionali strettamente legate alle mansioni e ai compiti di lavoro.

Sia il concetto e il termine di Psicotecnica, sia quello di Psicologia Industriale sono oggi poco o per nulla utilizzati.